Cotto e Mangisis (2) di Luca Isoletta

SpaghettiPomodoriniSpaghetti alla piccantisis

Eccoci qua di nuovo nella rubrica culinaria di Cotto e Mangisis! Oggi vi svelerò un’altra appassionante ricetta molto semplice da eseguire, ma soprattutto ottima da mangiare.

Ricordate che per cucinare non bisogna essere necessariamente dei cuochi provetti, bisogna semplicemente essere capaci di amalgamare insieme più ingredienti nella giusta quantità sapendosi regolare. Per esempio a me nessuno ha insegnato, ma leggendo delle semplici ricette qualcosina la so fare, e mi basta per quelle poche volte in cui mi occorre cucinarmi da solo.

La ricetta che vedremo oggi: degli spaghetti un po’ piccantini che trasformeranno l’atmosfera da tranquilla a focosa in un batter d’occhio!

Ingredienti per spaghetti alla piccantisis

  • Spaghetti n° 5
  • Pomodori ciliegini
  • Prezzemolo tritato
  • Olio extravergine d’oliva
  • Polvere al peperoncino piccante
  • Sale
  • Aglio

Procedimento

Prendere una padella, versarvi all’interno dell’olio extra-vergine d’oliva e aggiungere della polvere al peperoncino piccante, dose a piacere. Accendere un fuoco molto lento e far scaldare l’olio piccante, aggiungere dopo due minuti dell’aglio tagliato a pezzetti e farlo rosolare nell’olio. Quando i pezzettini d’aglio saranno diventati dorati aggiungere dei pomodori ciliegini tagliati a spicchi, farli cuocere nell’olio e alzare leggermente la fiamma. Quando il tutto sarà diventato un denso sughetto, aggiungere un cucchiaio di prezzemolo tritato e aggiustare di sale.

Intanto che il sughetto continua a cuocere, abbassare la fiamma al minimo, prendere una pentola, aggiungerci dell’acqua e portarla ad ebollizione. A questo punto aggiungere gli spaghetti, un pizzico di sale e lasciar cuocere fino a che gli spaghetti non siano cotti. Scolare gli spaghetti e finire la cottura nel sughetto precedentemente preparato.
Amalgamare il tutto per bene e servire sul piatto.

Spero che questa ricetta vi piaccia e … vi svelerò anche un consiglio! Se non sapete quanta pasta mettere nella pentola fate così: prendete un piatto e metteteci dentro la pasta fino a che non vi sembri abbastanza, tenendo conto che la pasta, raggiunta la cottura, è un po’ più grande di quando è in scatola. Spero di esservi stato utile, arrivederci alla prossima ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *